1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

Sarritzu (PSd'Az): "Sardegna deposito del governo centrale, migranti, rifiuti radioattivi e detenuti pericolosi nel silenzio delle Istituzioni"

Condividi

“La REMS, struttura psichiatrica di recente apertura a Capoterra avrebbe dovuto ospitare detenuti sardi, offrendo a questi la possibilità del rientro in Sardegna. Apprendiamo invece dalla stampa locale e non, la volontà di trasferire individui non sardi e di estrema pericolosità. In Italia dopo la rivoluzionaria riforma dell'assistenza psichiatrica avvenuta con legge 180 del 1978, stiamo assistendo ad una nuova e altrettanto audace riforma che così come prevede la legge del 30 maggio 2014 N.81 porterà alla chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e alla contestuale attivazione delle REMS, strutture ricettive, ma che rispondono a criteri di custodia poiché accoglieranno pazienti con disturbo psichico autori di gravissimi reati, ritenuti non dimissibili dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari”.

Guido Sarritzu ex Assessore e Dirigente Nazionale deI PSd'Az esprime forte preoccupazione per un processo che ha visto la Sardegna ottemperare alle disposizioni di legge, ma che si ritrova ad ospitare non detenuti sardi bensì personaggi del calibro di Chiotti noto come il mostro di Foligno.

“Il tutto come al solito a svantaggio dei nostri conterranei che per poter far visita ai propri parenti detenuti devono affrontare spese spesso insostenibili visto l'elevato costo dei trasporti”.

“L'appello del PSd'Az - conclude Sarritzu - a tutte le istituzioni coinvolte affinché ancora una volta la nostra terra non diventi terra di "conquista e deposito" considerato che oltre i rifiuti tossici pericolosi dovremmo ospitare anche detenuti conosciuti alla cronaca nazionale e mondiale non certo per un semplice reato. Il PSd'Az esprime preoccupazione anche per gli operatori del settore”.

Condividi

Chircàde in psdaz.net